Monthly Archives: Ottobre 2020

  • -

Costa: «Irrazionale il trasferimento della geriatria dal Pugliese al Policlinico»

Categoria : Notizie

Il capogruppo Movimento Officine del Sud critica la decisione del commissario dell’Azienda sanitaria, Zuccatelli. «Sarebbe utile che lavorasse nell’interesse dei cittadini»

CATANZARO «Arbitraria e irrazionale, non può che essere definita cosi l’ipotesi di trasferire la SOC di Geriatria dall’Ospedale Pugliese al Policlinico di Germaneto». E’ quanto dichiara Lorenzo Costa, capogruppo Movimento Officine del Sud del comune di Catanzaro.
«A suggerire tale, incredibile quanto sconclusionata soluzione, il Commissario Straordinario Zuccatelli che, convinto di essere a dispetto della realtà un illuminato amministratore, non perde occasione per dare prova di improvvisazione. E’ un vero e proprio gioco al massacro consumato sulla pelle dei con istrioniche trovate. Le modifiche spacciate per riorganizzazione – prosegue Costa – altro non sono che pensieri del tutto irrazionali, come quelli che non tengono in alcun conto il fatto che il trasferimento di un paziente critico e fragile non può essere considerato alla stregua dell’invio di un pacco postale. Frega poco o nulla, insomma, della dignità di pazienti spesso indifesi e con patologie acute gravi quali ad esempio sepsi, insufficienze respiratorie gravi, emorragie digestive, ictus cerebrale, scompenso cardiaco refrattario, patologie oncologiche, in pazienti spesso con demenze e sindromi d’allettamento».
Lorenzo Costa cita anche qualche dato «come promemoria: il 60% degli accessi al Pronto Soccorso con codici gialli e rossi sono di persone over 65 anni che occupano il 50% dei posti letti in Italia».
Secondo il capogruppo di Movomento Officine per il Sud «il Commissario straordinario invece che analizzare i numeri e tenerli nella dovuta considerazione (scientifica, demografica ed epidemiologica) preferisce darli con idee tanto avventate quanto risibili. Ed ancora nello specifico, la Geriatria dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro ha 30 posti letto ordinari e 2 posti di DH, circa 1500 sono i ricoveri annui di pazienti quasi tutti fragili acuti provenienti dal Pronto Soccorso, la degenza media è superiore ad 8 giorni, il DRG a 1,40 (altissimo per un reparto medico) ed il fatturato di circa 6 milioni di euro nel 2019. La SOC di Geriatria è l’unica struttura in attivo dell’AOPC. A fronte di tutto ciò Zuccatelli immagina che un paziente anziano che arriva al pronto soccorso (attraverso l’ambulanza del 118) venga preso in carico dai sanitari che dopo aver erogato le prime cure comunichino magari che si c’è bisogno del ricovero ma non qui, e si avvia un trasferimento con tutti i tempi necessari ed in attesa di quel personale sanitario del pronto soccorso che deve esserci e, come è noto, spesso non c’è a causa di una drammatica insufficienza di organico.  Alla fine di un girone infernale, insomma, dovremmo anche aggiungere il dispendio di risorse umane ed economiche. La motivazione addotta per tale irragionevole iniziativa del Commissario Zuccatelli non trova alcuna praticabilità, anche semplicemente per il fatto che i locali attualmente utilizzati dalla geriatria non potrebbero essere idonei allo scopo indicato (sono vicini al Pronto Soccorso ed al Blocco Operatorio). Non c’è da meravigliarsi però, il Commissario Straordinario non vive la quotidianità dell’Ospedale, si limita a comparsate esclusivamente mediatiche dando vita a “fiction” presso la sala multimediale del Presidio. Sarebbe utile – conclude Costa – che si confrontasse con i vertici aziendali, valutasse in concreto le strade percorribili, insomma iniziasse a lavorare nell’interesse dei cittadini sempre che ne sia capace».


  • -

Costa: «Catanzaro all’avanguardia nel campo delle politiche ambientali» – Corriere della Calabria

Categoria : Notizie

Il capogruppo di “Officine del Sud rimarca i risultati raggiunti dal Comune sotto la guida del sindaco Abramo e dell’assessorato diretto da Cavallaro.

CATANZARO «Grande soddisfazione per i risultati raggiunti dalla città di Catanzaro che, sotto la guida del sindaco Sergio Abramo, ha ottenuto risultati nel campo ambientale di grande rilevanza nazionale». A esprimerla è il consigliere comunale Lorenzo Costa, capogruppo di “Officine del Sud”, che rimarca anche il lavoro dell’assessore comunale all’Ambiente di Catanzaro, Domenico Cavallaro. «Il prezioso risultato – sostiene Costa – si aggiunge ai riconoscimenti che, annualmente, vengono attribuiti al Comune di Catanzaro in merito ai traguardi di notevole spessore raggiunti dal capoluogo, in tema di raccolta differenziata dei rifiuti. Giova però ricordare che tali risultati sono stati possibili anche grazie all’organizzazione dell’assessorato all’Ambiente che, con competenza ed impegno, ha consentito di realizzare concretamente le iniziative progettate. I risultati raggiunti – prosegue il consigliere comunale di “Officine del Sud” – acquistano maggior valore se si pensa che la città di Catanzaro si trova ad operare in una Regione in cui il ciclo dei rifiuti presenta criticità che spesso si ripercuotono negativamente nelle varie città che si trovano a combattere con la presenza di rifiuti abbandonati sul territorio». Costa inoltre evidenzia che «con la stessa organizzazione e con le stesse risorse umane, si è riusciti anche ad attivare e rendere operativo l’Ato Catanzaro, che ha conseguito risultati apprezzabili e sconosciuti alle altre realtà del Meridione. L’Ato Catanzaro è  diventato un punto di riferimento per tutti gli 80 Comuni che ricadono nel suo territorio, offrendo loro il necessario supporto, affinché, possano in breve tempo, allinearsi con i risultati raggiunti dalla città capoluogo». Costa fa riferimento a una nota del collega in Consiglio comunale, Fabio Talarico, del gruppo “Catanzaro con Abramo”, per il quale «la Calabria e il suo capoluogo hanno quasi tutto per essere vivibili come città europee, il lavoro è ciò che manca, il governo nazionale faccia qualcosa di concreto»: Costa concorda auspicando che «il Sud e la Calabria possano essere destinatari dei fondi comunitari in arrivo, che sicuramente ci consentiranno di migliorare ulteriormente  la performance».

 

 


Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, premi il pulsante maggiori informazioni. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi